The Big Short - My "review" // La mia "recensione"

ENGLISH  (la traduzione in Italiano è in fondo)

Hello GosAdd,

You all know I'm from Italy and yesterday finally  The Big Short was released also in my Country. And I was the first one who bought the ticket (the very first one in my cinema at least).

I was so so excited!!! Honestly I didn't realize how much I was before I was going to the theatre on the car with my friend. I couldn't stay still. Actually there had been a moment I've jumped all around the street. Ok ok.. I'm a crazy "girl". I know this. But hey.... Ryan is the only man in my life, well knowing he is just an actor for me. And knowing even better many are laughing at me in this very moment while reading this stupid article, calling me idiot  as it already happened. Well, let me say that for some persons life is not filled with love and family. So ok, call me idiot for  just not having your luck in love and friendship. (Sorry sometimes I just need to say things running through my mind. This is me!) Anyway, I way saying Ryan makes me feel good so it can not be a bad stuff "loving" him, right?

In the last months we had tons of material about The Big Short: featurette, interviews, premieres, images. We also knew the movie is based on the bestseller written by Michael Lewis - who also attended a screening with the following Q&A with Ryan, Bale, Carell and director Mckay and was interviewed with them in THR Round Table.
And of course we knew what the movie was all about: the financial crisis who struck down the world economy back in 2008.

The Big Short introduced us to a financial world, a world where Banks were in commmand (and still are). You could say, Gos I don't understand a financial word so? Don't worry. This movie is very very particolar, it's very weird. And what you can't understand it's been then explaining in an easy way.
But I have to admit I will watch it again tomorrow evening (unless my friend changes his mind) to understand it better because I've missed some things.

When the first nominations were announced I was a little upset about the missing Gos. But after having watched the movie I do agree Ryan wasn't the right actor to being nominated. He is in the movie but his role is not important as Bale/Burry and Carell/Baum's one. McKay shot also few clips of their early life. Letting us know better who they were and who they became.

The main character is Mark Baum (Steve Carell). Everything rounds around him. He tries to be the good guy. On the other hand we have Michael Burry (Christian Bale - his character is the only real one) who is a kind of a genius with numbers even if he is a M.D. and he saw what others couldn't see years before.
Baum is the leader of this FrontPoint & Partners  that is  Vinnie (Jeremy Strong - I like his playing a lot), Porter (Hamish Linklater) and Danny (Rafe Spall) and by mistake they met Jared Vennett (Ryan Gosling. Let me say that watching the movie.... Gos he is not so "ugly" with the wig in the end. You get used to him). Married with Cynthia (Marisa Tomei), Baum is in a very bad period of his life, he is angry, very angry and he can't shut up.


Jared Vennett (Ryan Gosling) works for Deutsche Bank and he is seaching for someone who will listen to him. As Mark himself says "[Jared Vennett] is so transparent in his self-interest, I can't help but trust him". This is Jared, who is also the narrator of the all movie.

 
Michael Burry works for Scion Capital LLC. He is a very solitary man. Married with a kid his life is only working while listening to loud hard rock music and playing his drum. He wears no shoes, loves numbers and ages before others realizes the US real estate market is about to falling down.

Jamie Shipley (Finn Wittrock) and Charlie Geller (John Magaro) are 2 young investors who dreams to become rich. By accident, they found an abandoned brochure by Jared  and they call Ben Rickert (Brad Pitt), a retired trader, a weird man and  Jamie's neighbour and they start a kind of work relation.

I'm not saying you anything more than this and I hope I didn't do much spoiler so far.
As I've said this movie is a kind of weird, a drama shot as a comedy. It gets you angry and it makes you smile but not laugh out loud.
I like it a lot actually. It lasts 130 mins and you never never get bored. You are too deep into it, you want to know why and you can't turn your eyes down the screen.

So, let me say Director McKay and all the entire cast fully deserve their nominations to the awards (Golden Globes, Sag, Bafta and more).

PS: in the movie there is no Jared kicking in the a$$ his assistant Chris (Jeffry Griffin) in the bathroom.

ITALIANO


Eccomi qua Paperi,
dunque come ben sapete ieri sono andata a vedere finalmente   La Grande Scommessa  uscita proprio ieri anche da noi.

Non mi ero resa conto di quanto fossi eccitata all'idea di vederlo finchè non sono salita in macchina. Davvero, non riuscivo a stare ferma e ad un certo punto mi son messa davvero a saltellare per la strada.. Vabbè che son fusa lo sapete vero ma in fondo Ryan è il solo uomo della mia vita nonostante so alla perfezione che è solo un attore per me e so ancora meglio che in molti rideranno alle mie spalle dandomi dell'idiota come già è successo. Beh, piccolo sfogo personale (sapete che ogni tanto ne sento il bisogno): non tutti hanno la fortuna di trovare amore e amici veri e si ritrovano a vivere una vita forse squallida fatta solo di dovere e responsabilità. Quindi se questo per voi significa essere idioti, ecco allora lo sono. Comunque, come dicevo Ryan mi fa stare bene e di conseguenza non credo sia una cosa negativa, giusto?

Negli ultimi mesi siamo stati riempiti di materiale su La Grande Scomessa: featurette, video, interviste, prime, foto. Sappiamo anche che il film è tratto dal libro bestseller di Michael Lewis - che con Ryan, Carell, Bale e McKay ha partecipato ad uno screenin e relativo Domande & Risposte ed è stato con loro intervistato dal Hollywood reporter. E ovviamente sappiamo tutti che il film narra della tremenda crisi finanziaria che ha fatto crollare il mercato immobiliare negli Usa.

La Grande Scommessa ci porta nel mondo della finanza, un mondo dove le Banche la fanno da padrone (e ancora è così). Voi mi direte: ma io non capisco un'acca di finanza come faccio? Non preoccupatevi. Il film è davvero particolare, strano se volete. E quello che non vi è chiaro vi sarà spiegato in parole povere.
Devo dire che io andrò a vederlo anche domani (sempre che il mio amico non cambi idea) così da capire meglio cose che magari mi son sfuggite.

Quando sono state annunciate le prime nominations ai premi mi sono alquanto indispettita perchè Ryan ne era stato escluso e questo sappiamo bene non è una novità. Ma guardando il film posso dire che una volta tanto Ryan non doveva essere nominato. A farla da padrone qua sono Carell nella parte di Mark Baum e Christian Bale nella parte di Michael Burry.
McKay gira anche alcune scene sull'infazia dei due per farvi capire bene chi erano e perchè sono.

Il protagonista  del film è Mark Baum (Steve Carell). Il film gira intorno a lui, che cerca di essere il buono. Di contro troviamo  Michael Burry (Christian Bale - il suo protagonista è l'unico reale) che è un genio dei numeri nonostante sia in realtà un medico e vede per primo quello che gli altri non vedono. .
Baum è a capo della FrontPoint & Partners  con Vinnie (Jeremy Strong - che mi è piaciuto molto), Porter (Hamish Linklater) e Danny (Rafe Spall) e per sbaglio incontrano  Jared Vennett (Ryan Gosling. Ok quella parrucca è davvero oscena ma ci fate l'occhio e riuscite a vedere la sua beltà nonstante quello). Sposato con Cynthia (Marisa Tomei), Baum sta passando un bruttissimo momento (lo capirete guardando quale esso sia) ed è arrabbiato, molto arrabbiato e non riesce a star zitto.


Jared Vennett (Ryan Gosling) lavora per la Deutsche Bank e Mark Baum lo definisce alla perfezione dicendo di lui che "è talmente trasparente nel suo egoismo che non posso fare a meno di fidarmi". Questo è Jared, ambizioso, adora i soldi ed è il narratore del film.

Michael Burry lavora per la Scion Capital LLC. Uomo molto solitario, vive per il lavoro  nonostante abbia moglie e figlio. In ufficio non usa scarpe e ascolta musira rock ad un volume eccessivo. E' un genio con i numeri e capisce che il mercato crollerà tra la diffidenza di tutti.

Jamie Shipley (Finn Wittrock) e Charlie Geller (John Magaro) sono due giovani rampanti che sognano di diventare ricchi. Per caso trovano una brochure abbandonata di Jared e contattano  Ben Rickert (Brad Pitt), un trader in pensione, persona alquanto strana e vicino di Jamie ed instaura con loro uno strano rapporto lavorativo.

Altro non vi dirò, forse ho già detto anche troppo.
Come ho già detto il film è molto particolare, un dramma ma girato in chiave comica. Vi farà si arrabbiare e vi strapperà sorrisi ma non vi farà ridere a crepapelle.
Mi è piaciuto davvero molto e le due ore e 10 scorrono senza annoiare nonostatne il tema trattato. Sei troppo dentro, vuoi sapere perchè e per come e non riesci a staccare gli occhi dallo schermo.


Quindi, lasciatemi dire che il regista McKay e l'intero cast si meritano pienamente tutti i premi a cui sono per ora solo candidati.


CONVERSATION

0 Say your word:

Posta un commento